E6 Clean Water Tunnel

Acque nuove per Oslo

E6 Clean Water Tunnel fa parte del nuovo progetto di approvvigionamento idrico per Oslo che garantirà il 100% di rifornimento per l'attuale infrastruttura di approvvigionamento di acqua potabile, con circa 18 km di percorsi multipli di tunneling scavati nella roccia.

Norvegia

Ghella, in joint venture con AF Gruppen, si è aggiudicata dal Comune di Oslo il progetto E6 Clean Water per la realizzazione di una nuova rete di distribuzione dell'acqua, tra Huseby, Oset e Stubberud.

Il progetto E6 Clean Water Tunnel fa infatti parte della creazione di una riserva idrica per la popolazione di Oslo e prevede la costruzione di un nuovo sistema di rifornimento dell'acqua potabile costituito principalmente da linee di trasmissione, stazioni di pompaggio e bacini di acqua pulita, nonché collegamenti alle condotte principali esistenti e all'impianto di trattamento delle acque a Oset.

Il New Water Supply Oslo comprende: il tunnel di approvvigionamento idrico di Holsfjorden, l'impianto sotterraneo di trattamento delle acque a Huseby e il tunnel di trasferimento dell'acqua pretrattata da Huseby a Stubberud. Si collegherà all'impianto di trattamento delle acque già in funzione, rafforzando il collegamento tra est e ovest Oslo.

In questo modo dovrebbe essere assicurata sempre e comunque una corretta erogazione dell’acqua potabile.

 

Un po’ di numeri

Il lago Maridalsvannet attualmente fornisce l’acqua potabile al 90% della popolazione di Oslo. Un guasto nel sistema di approvvigionamento idrico di questa rete potrebbe avere quindi gravi conseguenze per l’intera città, motivo per cui, sarà istituito un approvvigionamento idrico di riserva su vasta scala grazie a questo nuovo sistema di distribuzione.

Le strutture saranno costruite nel sottosuolo, per un totale di circa 18 km di percorsi. Gli 11 km di galleria da Stubberud a Huseby saranno perforati con Tunnel Boring Machine (TBM) mentre i restanti 7 km con metodo tradizionale (drill and blast).

La nuova galleria sarà realizzata con più punti di collegamento che si allacceranno alla rete idrica esistente lungo il tracciato.

L'inizio dei lavori è previsto per aprile 2022.