Emergenza Coronavirus: Ghella sostiene l’INMI Lazzaro Spallanzani

In un momento così difficile per il nostro Paese, Ghella ha deciso di sostenere in maniera concreta chi si batte in primissima linea contro il coronavirus.

E’ per questo che ha deciso di supportare con una donazione di 100.000 Euro l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani”, l’ospedale romano che per primo ha isolato il virus e che dall’inizio dell’emergenza ha ospitato e curato centinaia di pazienti affetti da Covid-19.

 “Il lavoro e la competenza del personale dell’INMI Lazzaro Spallanzani sono un’eccellenza italiana di cui tutti noi andiamo fieri, ma sappiamo bene che una battaglia come quella contro il coronavirus non può essere vinta senza le giuste risorse. E’ fondamentale sostenere sia l’approvvigionamento di materiale sanitario, che la ricerca: la vera sfida, ora, è trovare una cura contro questo terribile virus”, dice Enrico Ghella, Presidente e Amministratore Delegato.

Questa donazione è resa possibile dallo sforzo di ogni singolo dipendente e collaboratore della Ghella, che continuando a lavorare con impegno e dedizione, nella maggioranza dei casi dalla propria abitazione, permette alla nostra Azienda di proseguire l’attività nonostante il momento drammatico”.

Ogni contributo può fare la differenza: è possibile dare una mano con donazioni a partire da 1 Euro seguendo le indicazioni sul sito dell’INMI Lazzaro Spallanzani.
 

INMI


INMI Lazzaro Spallanzani